Web Marketing Podcast di Alessandro Mazzù: ascolta & scarica

Tu. Sì, tu consulente web marketing. O tu freelance, o tu libero professionista. Insomma tu, che stai leggendo questo post (a chi altro potrei rivolgermi altrimenti?). Ecco, tu non hai sicuramente lanciato il tuo podcast – o non stai pensando di farlo – per mollare la tua attività e diventare un podcaster full time. No, certo che no. L’obiettivo principale del tuo podcast è quello di potenziare il tuo personal branding, e quindi di promuovere la tua figura, la tua professionalità e i tuoi servizi nei confronti di un pubblico potenzialmente interessato ai tuoi servigi. Su questo non ci sono dubbi.

Eppure… eppure sarebbe bello capire come monetizzare il tuo podcast. Non, bada bene, per “guadagnare davvero” con il podcast: è difficile, praticamente impossibile, creare qualcosa di simile a uno stipendio con un podcast, perlomeno in tempi brevi e dal nulla. Ma di certo puoi pensare di iniziare a monetizzare il tuo podcast per coprire alcune delle spese che affronti per produrlo. Potresti, per esempio, guadagnare quel tanto che basta per poterti permettere quel microfono nuovo che desideri da tanto senza dover usare i tuoi risparmi, o per comprare i libri di cui hai bisogno per trarre spunti e contenuti per i tuoi episodi, o magari per pagare il software che utilizzi per editare le tue registrazioni. O magari, più semplicemente, per concederti una bella barca di sushi misto al termine della registrazione! Io non ti dirò, insomma, come spendere i soldi guadagnati con il tuo podcast: ti spiegherò piuttosto quali sono i metodi efficaci per monetizzare un podcast, senza sindacare su come poi spenderai i tuoi proventi. 

Ma cosa vuol dire monetizzare un podcast? Beh, in realtà con questo termine si possono indicare un sacco di azioni diverse, le quali però hanno tutti il medesimo obiettivo: creare delle entrate attraverso gli episodi del tuo podcast. Affinché questo sia possibile, va sottolineato, ci sono parecchi presupposti da non sottovalutare. Il tuo podcast deve essere di qualità, deve dare dei contenuti originali e davvero utili per il tuo pubblico e – guarda un po’ – deve avere una audience vera. Un podcast che viene ascoltato da te, dal tuo gatto, da tua madre e per sbaglio dal tuo vicino di casa che ti sente suo malgrado mentre registri no, non potrà mai portare dei ricavi (e nemmeno aiutare il tuo business, se devo essere brutalmente sincero).

Ecco, per portare a dei ricavi, un podcast deve essere interessante e utile, e deve essere seguito da un bel po’ di persone. Se il tuo podcast soddisfa questi due criteri essenziali, puoi provare uno di questi metodi per monetizzarlo:

 

1) Inserisci delle pubblicità nei tuoi episodi

Ecco il modo “classico” per monetizzare dei contenuti. Da sempre i canali televisivi, i canali radiofonici e le riviste “vendono” dello spazio alle aziende che desiderano promuovere i loro prodotti o i loro servizi. Per questo troviamo le pubblicità del formaggio sui quotidiani, per questo vediamo gli spot degli aspirapolvere in tv e per questo ascoltiamo pubblicità del caffè in radio. Tu puoi fare lo stesso, vendendo dello “spazio” all’interno del tuo podcast. Esistono dei portali appositi per “mettere in vendita” alcuni secondi del tuo podcast, attraverso i quali dunque mandare in onda dei messaggi pubblicitari predefiniti per monetizzare il tuo podcast. Oppure puoi gestire direttamente tu la cosa, contattando in autonomia un’azienda che potrebbe avere interesse ad essere promossa tra il tuo pubblico. Un podcaster che parla di cura della barba, per esempio, potrebbe sponsorizzare un barbiere, un produttore di forbici e via dicendo. Chiaro, no? Indubbiamente, per riuscire a raccogliere qualcosa di più che simbolico, è necessario avere un pubblico piuttosto vasto!

 

2) Le affiliazioni

Un tipo di pubblicità che è possibile mettere in campo anche nel caso di podcast con un pubblico non particolarmente importante è quello costituito dalle affiliazioni. L’affiliate marketing consiste nell’entrare in precisi programmi di affiliazione (se ne trovano tantissimi, a partire da Amazon), di promuovere determinati prodotti e servizi e quindi di “spingere” gentilmente il proprio pubblico a cliccare su un link. Facciamo l’esempio del produttore di forbici di cui sopra: ogni volta che il pubblico barbuto di quel podcaster cliccherà il link in questione per effettuare degli acquisti, il podcaster riceverà una piccola commissione. Semplice!

 

3) Crowdfunding

Ecco un’altra forma di monetizzazione per podcast che funziona piuttosto bene. Occhio: qui non parliamo più di pubblicità. Qui il pubblico sarà chiamato a sborsare direttamente dei soldi per ascoltare gli episodi del tuo podcast. Una cosa è certa: sarà difficile trovare degli utenti disposti a pagare per qualcosa che, nella maggior parte dei casi, è gratuita. Ma chi offre dei contenuti di alta qualità può permettersi di farlo, utilizzando dei portali appositi come Patreon. In cambio di un “abbonamento” il tuo pubblico potrà accedere in esclusiva a dei tuoi contenuti: sta a te scegliere quanti e quali episodi del tuo podcast rendere accessibili solo ai tuoi utenti “premium”! Puoi optare per la totalità dei tuoi episodi, o solo per dei contenuti speciali. 

 

4) Merchandising

Vendere i tuoi prodotti attraverso il tuo podcast. Ma quali prodotti, se tu sei un consulente, o comunque un lavoratore d’intelletto? Ebbene, non puoi certo metterti a vendere i pomodori del tuo orto. Però… però potresti vendere qualche prodotto personalizzato, con un doppio vantaggio per il tuo business. Potresti infatti mettere in vendita delle magliette con il logo del tuo podcast o del tuo brand personale, degli adesivi, delle penne, o qualsiasi cosa legata ai tuoi argomenti – l’esperto della cura della barba, per esempio, potrebbe vendere dei pennelli da barba personalizzati, o qualcosa di questo genere. In questo modo potresti iniziare a raccogliere qualche euro e, allo stesso tempo, dare ulteriore visibilità al tuo podcast, e quindi al tuo business. Certo, la cosa potrebbe richiedere un po’ di lavoro e un po’ di tempo, ma con il pubblico giusto potrebbe portare a un circolo dannatamente virtuoso e conveniente per il tuo brand!

 

Questi sono solo i principali metodi per monetizzare il tuo podcast. Esistono altre tecniche, nella maggior parte dei casi meno dirette, che permettono di raggiungere degli obiettivi simili, come per esempio creare dei corsi online a pagamento, chiedere delle donazioni una tantum e via dicendo: di queste, però parleremo eventualmente più avanti. Intanto inizia a monetizzare il tuo podcast con questi metodi “classici”!

Share This