Forse sei un consulente web marketing che si occupa di aumentare la visibilità online dei birrifici artigianali. Oppure, magari, la tua attività di consulenza web marketing si concentra sull’immagine online delle industrie petrolchimiche. In ogni caso, tra i tuoi obiettivi, più o meno lontani, ce n’è sicuramente uno che ti accomuna a tanti, tantissimi altri consulenti: diventare un’autorità all’interno della tua nicchia. Ma che dico un‘autorità… tu vuoi diventare l’autorità! 

Ma come puoi fare per far capire a tutti i tuoi potenziali clienti che sei davvero tu, e non un altro, l’esperto di cui loro hanno bisogno, e che all’interno della tua nicchia non troveranno nessuno in grado di offrire un servizio migliore del tuo? Scrivere sul tuo bigliettino da visita che sei ‘er mejo’, purtroppo – o per fortuna – non è sufficiente. 

Non solo: di certo non ti basterà un giorno di lavoro per raggiungere questo obiettivo. No, sarà un percorso abbastanza lungo, e molto probabilmente, quando riuscirai a centrare il tuo scopo, la mia barba sarà più lunga di qualche centimetro e con qualche filo bianco in più (giusto per usare un’unità di tempo vaga ma neanche troppo). Dovrai dunque essere paziente, ma soprattutto dovrai impegnarti, seguendo le orme di chi, ben prima di te, ha fatto la stessa cosa all’interno del proprio settore. 

Ordunque, il primo passo per diventare l’autorità di riferimento all’interno della tua nicchia è quello di studiare per bene quella fetta di settore. Dovrai dunque impegnarti per capire chi sono realmente i tuoi potenziali clienti, quali sono i loro desideri, i loro problemi e i loro mezzi. Nel momento in cui avrai capito cosa vogliono davvero tutte quelle persone, dovrai iniziare a dimostrare loro di avere una risposta. E lo farai non solo attraverso il tuo sito web, ma anche mediante i tuoi canali social, il tuo blog, il tuo podcast, i tuoi interventi ai seminari, i tuoi commenti ai blog post altrui e via dicendo.

Attenzione, presentare al tuo pubblico la tua riposta ai loro bisogni non significa presentare te stesso. Vuol dire presentare quello che tu puoi fare per loro, perché alle persone – perlomeno di primo acchito – non interessa assolutamente nulla di te. Fattene una ragione: l’umano è fondamentalmente egoista, e per conquistarlo devi dirgli subito quello che tu puoi fare di buono per lui. Guarda il tuo sito web e i tuoi altri canali di comunicazione: i tuoi potenziali clienti possono capire in pochi secondi cosa c’è di buono e di utile per loro?

Attraverso questi canali di comunicazione potrai così iniziare a costruirti un pubblico, il quale non deve essere per forza enorme. Se la tua nicchia è piccola, come puoi pretendere di attirare l’attenzione di milioni di utenti interessati? Non ti serve un seguito faraonico: il tuo messaggio deve arrivare alle orecchie dei tuoi destinatari, punto. Tutto il resto è superfluo, è un contorno di cui puoi fare a meno.

Fino a qui, però, abbiamo visto quello che tu puoi fare in prima persona per diventare un’autorità all’interno della tua nicchia. Occhio, però: non puoi essere tu ad auto-attribuirti questa investitura. No, è il tuo pubblico che, spontaneamente, deve iniziare a guardare a te come a un vero esperto, una spanna sopra agli altri. Allora dovresti lasciare che siano gli altri a parlare bene di te. Come fare? Beh, devi dimostrare loro il tuo valore e poi tirarti indietro, lasciando che sia il pubblico ad apprezzare le tue capacità.

Il modo più immediato per farlo è quello di presentare dei case studies. Il bello è che puoi farlo in molti modi differenti: sul tuo sito web, sul tuo blog, durante un seminario, con un libro, sulla tua pagina LinkedIn… sta a te decidere come e dove dimostrare i tuoi successi. L’importante è che tu lo faccia. Non è uno spreco generare del valore e non utilizzarlo a tuo vantaggio per dimostrare le tue capacità? Questa, del resto, è la forma più sincera e più schietta di promozione del tuo brand: non stai usando uno slogan artificioso, non stai usando la retorica, no, stai semplicemente mostrando i risultati che sei riuscito a raggiungere per un tuo cliente, e che sei in grado di replicare, o perfino di superare, per i tuoi clienti futuri.

Non è tutto qui. Anche l’opinione dei tuoi clienti e dei tuoi collaboratori è importantissima. Di certo, però, non puoi ordinare loro di parlare bene di te. Puoi invece dare il massimo, mostrare loro il tuo valore, e mettere poi a loro disposizione degli spazi in cui potranno dire cosa pensano di te. Il tuo sito web, la tua pagina Facebook e la tua pagina LinkedIn, in questo senso, sono davvero perfette. 

Nel momento in cui avrai raggiunto lo status di autorità, però, dovrai continuare a mostrare il tuo valore. Il tuo blog e i tuoi podcast dovranno dunque essere aggiornati con dei contenuti sempre freschi, così da dimostrarti al passo con i tempi. Dovrai fare in modo di far comparire il tuo nome sui principali blog della tua nicchia, come guest blogger e, con il tempo, sarai probabilmente contattato per interviste o per degli interventi sulle eventuali riviste del tuo settore: non lasciarti scappare queste opportunità.

Se poi sei certo di poter dare un contributo concreto alla tua nicchia, apportando delle informazioni davvero nuove e interessanti per la tua audience, potrai prendere in considerazione l’idea di pubblicare un libro. Non pensare, però, che un libro con il tuo nome stampato in copertina sia automaticamente una conferma della tua autorità in materia: solo se il libro saprà offrire del reale valore al pubblico potrà essere considerato come tale!

Seguendo questi consigli, con calma, potrai aspirare a diventare un’autorità all’interno della tua nicchia. E ricordati: per essere considerato come un vero esperto, non serve sapere tutto-tutto. È sufficiente saperne più di chiunque altro! Diventa quindi fondamentale focalizzarsi con attenzione su un determinato pubblico, su una serie di problematiche precise, così da poter davvero concentrare tutte le tue energie per offrire la migliore – davvero – delle soluzioni possibili. 

Share This