Prendo spunto da una chiacchierata su Facebook per esprimere la mia opinione su una frase che sento troppo spesso ripetere: “l’importante è che se ne parli!”. Credo che per chiunque, caro consulente marketing, persona o azienda, sia assolutamente controproducente pensarla in questo modo. Spesso vedo su Youtube ma anche su Facebook delle vere e proprie star del web con decine o anche centinaia di migliaia di fan. La loro notorietà è dovuta appunto al loro enorme numero di fan.

Se però entriamo a fondo nella faccenda ci accorgiamo che i fan interagiscono con le loro star solo (nella maggior parte dei casi) per prenderli in giro più o meno duramente o per fare apprezzamenti estetici.

A questo punto io mi domando: per essere delle star sul web basta avere solo un numero spropositato di seguaci? A nessuno interessa che poi questi fan facciano solo commenti negativi? Siamo davvero arrivati al punto in cui contano solo i numeri? Tutto ciò è ovviamente più negativo quando avviene per un’azienda. Ci sono delle aziende infatti le cui campagne di comunicazione sono orientate proprio a fare in modo che “se ne parli”, a prescindere da quello che si dirà. Io trovo tutto ciò allucinante.

Ecco un fantastico esempio fornito dalla rete:

franceschini

Share This