Web Marketing Podcast di Alessandro Mazzù: ascolta & scarica

Ho sempre pensato che l’audio fosse solo una parte, la metà, di un video. Avevo sempre considerato quindi la possibilità di sentire e vedere contemporaneamente come la soluzione migliore. Fare i video era meglio che fare i web marketing podcast, pensavo. Mi sbagliavo. Di molto. Perché? Beh, non avevo capito che podcast e video sono due cose completamente diverse tra loro. Hanno due canali di distribuzione diversi e, soprattutto, due momenti di fruizione completamente differenti. Ecco perché, dopo aver capito che mi sbagliavo, ho iniziato a fare podcast per i consulenti marketing. E mi piace pure una cifra!

Come iniziare?

Ho comprato un microfono usb, così da semplificarmi la vita senza dover acquistare una scheda audio o altre diavolerie. Nello specifico, ho comprato il microfono Yeti della Blue. Ho preso il modello nero perché personalmente lo trovo molto più bello rispetto alla altre colorazioni. Se mi segui da un pò e hai imparato a conoscermi, sai bene che, dovendo scegliere il colore, ho sperato facessero un modello giallo ma, ahimè, non lo fanno. Ho poi comprato una spugna da mettere sul microfono, quasi fosse un cappello, e un filtro anti pop.

aaeaaqaaaaaaaadaaaaajda4zdi3ntu2ltlkywutndm4yi1hmjc3ltmwzty4yzq2mdlmza

Avevo l’attrezzatura ma di cosa avrei parlato?

Avendo come pubblico tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della consulenza per il mercato digitale e per chi già ci lavora, ho ritenuto più logico parlare degli stessi argomenti che tratto qui su LinkedIn, adattandoli ovviamente al nuovo strumento, il podcast. Ho deciso quindi di parlare di metodi, strumenti e consigli per consulenti di web marketing.

Ok ma come mai ho scelto di fare podcast?

Sono partito da una mia necessità. Trascorro diverse ore al giorno in auto facendo spesso lunghi tragitti autostradali e innervosendomi furiosamente nel traffico. All’improvviso, un giorno, l’illuminazione: ho pensato che avrei potuto utilizzare quel tempo, altrimenti sprecato, per studiare, per imparare. Insomma per migliorarmi. Ho quindi scaricato attraverso iTunes sul mio telefono tutti i podcast che potevano interessarmi e, grazie al bluetooth, ho iniziato ad ascoltarli comodamente e piacevolmente attraverso l’autoradio. Oltre a farmi compagnia, quelle voci mi aiutavano a approfondire concetti importanti, mi facevano crescere professionalmente, mi davano qualcosa.

Se ti interessa ascoltare quello che ho da raccontare nelle puntate del mio podcast puoi seguirmi su iTunes o su Spreaker e darmi un tuo feedback. Sarei davvero felice di conoscere la tua opinione in generale sui podcast e, nello specifico, su quelli che settimanalmente produco io.

Share This